Tristezza, depressione e Fiori di Bach

I fiori di Bach sono molto utilizzati per superare la tristezza, la malinconia e, più in generale, forme non gravi di depressione.

Chi conosce un po’ i fiori sa che tradizionalmente si consiglia di utilizzare Gentian per lo scoraggiamento e la depressione di origine conosciuta e Mustard per quella di origine sconosciuta. In altri testi invece si distingue tra una depressione lieve in cui si deve somministrare Gentian e una depressione profonda in cui somministrare Mustard.

In realtà c’è un po’ di confusione a riguardo, chiarita molto bene da Rodriguez e Orozco nel testo Intelligenza emozionale e fiori di Bach che consiglio vivamente a chi vuole approfondire gli aspetti psicologici dei fiori di Bach.

Innanzitutto tristezza e depressione non sono la stessa cosa. In psichiatria si parla di sindrome depressiva per indicare un insieme di sintomi, ciascuno dei quali, unitamente agli altri, rinvia al quadro clinico della depressione. La tristezza è solamente uno di questi.

Per trattare la depressione vanno allora presi in considerazioni tutti i sintomi ad essa associati e i rimedi di Bach corrispondenti, selezionati accuratamente caso per caso.

Tristezza: Mustard. Va incluso sempre indipendentemente dal livello di profondità della tristezza.

Astenia: Olive

Mancanza di appetito e di interesse per il presente: Wild Rose, Hornbeam

Idee pessimistiche: Gentian

Pensieri di morte: Cherry Plum

Insonnia: White Chestnut, Crab Apple

Irritabilità: Cherry Plum, Impatiens, Holly

Ansia: Agrimony, Impatiens, White Chestnut

Autosvalutazione: Larch

Senso di colpa: Pine

Vi ricordo che i rimedi non vanno assunti tutti insieme, ma si devono selezionare quelli più indicati al caso specifico secondo la logica che meno fiori vengono utilizzati e più la loro azione è diretta ed efficace.

Per qualunque informazione aggiuntiva scrivetemi!

2 pensieri su “Tristezza, depressione e Fiori di Bach

  1. Salve io sto attraversando uno stato di depressione causato da una terapia chiamata infliximab composta da cortisone ormoni ed antinfiammotori.i sintomi sono ansia nessuna voglia di andare a lavorare pensieri brutti e tanto pessimismo.

    • Gentile Diego,
      mi spiace molto per questo momento negativo.
      I fiori sono compatibili con qualunque tipo di farmaco e quindi può integrarli tranquillamente alla sua terapia.
      Le consiglio però di farsi seguire da un professionista medico/psicologo con cui scegliere i rimedi e la terapia più indicate.
      Se ha voglio di mandarmi una mail privata indicandomi il suo luogo di residenza le posso indicare i professionisti più vicini.
      curarsiconifiori@gmail.com
      Cari saluti
      dott.ssa Castelli

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>