Fiori di Bach e californiani per bambini e neonati

girl_child_flower_64239_1680x1050

Per la loro azione dolce, delicata e del tutto naturale i rimedi floreali costituiscono il trattamento migliore per prevenire ed affrontare i più comuni disagi dei bambini e dei neonati.

Sia che si tratti di disturbi fisici di origine psicosomatica come insonnia, mal di testa, mal di stomaco che di problemi emotivi come la gelosia per nascita di un fratellino, la paura di sbagliare a scuola, le visite mediche etc, i fiori aiutano a ripristinare rapidamente l’equilibrio psicofisico.

Poichè i bambini hanno comportamenti ed affettività meno sovrastrutturati rispetto agli adulti, manifestano una rapida reattività all’assunzione dei rimedi floreali.

Ciascuna mamma dovrebbe conoscere l’uso dei rimedi di Bach per intervenire tempestivamente e senza interferenze su quei disturbi, chiaramente non di origine organica, che possono essere risolti davvero con semplicità e favorire una crescita più sana e serena.

Per quali problemi?

– Gelosia per la nascita di un fratellino
– Bambini iperattivi, agitati, irrequieti
– Difficoltà di apprendimento
– Aggressività, prepotenza e comportamenti violenti
– Paure specifiche (acqua, visita medica, animali, aerei etc)
– Paura dei fantasmi, del buio e di dormire da solo
– Inserimento nido, materna a scuola
– Traslochi e cambiamenti
– Bambini adottati, in affido o abbandonati
– Traumi fisici o psicologici
– Tristezza e scoraggiamento
– Bambini ipersensibili
– Capricci ed eccessivo attaccamento ai genitori
– Possessività
– Insonnia
– Coliche e disturbi intestinali
– Dermatiti ed eczemi
– Nausea e vomito
– Enuresi notturna
– Allergia
– Balbuzie
– Cefalee ed emicranie

 Fiori e sintomi

Eccovi alcuni esempi di fiori tra i più noti e i sintomi che ne richiedono l’utilizzo.

Aspen: per la paura di restare soli, di dormire al buio, dell”uomo nero”.
Holly: rabbia e gelosia per la nascita del fratellino.                                                                                                                                  
Mimulus: per i bambini paurosi e timidi, per la paura del dottore
Chamomille (californiano): per l’insonnia e le coliche.
Lavander (californiano): per il mal di testa.
Dandelion (californiano): per il rilassamente muscolare

Preparazione e dosaggi per bambini e neonati

Normalmente per i bambini il dosaggio dei rimedi con i fiori di Bach è uguale a quello per gli adulti, tuttavia per i neonati ed i bambini molto piccoli occorre adottare alcune precauzioni.

In generale, è meglio non assumere più di 3 essenze contemporaneamente anche perchè se non si è molto esperte sarà più facile verificare i risultati e capire se i fiori scelti sono quelli corretti.

In un flacone da 30 ml riempito di acqua oligominerale verranno versate due gocce di ciascun rimedio scelto a cui dovrebbero essere aggiunti due cucchiaini di brandy come conservante.

La dose di brandy è veramente minima e può essere somministrata tranquillamente anche a bambini molto piccoli. In alternativa si può aggiungere aceto di mele (che però ha un sapore acidulo), oppure non aggiungere nulla sapendo però che in questo caso il composto si conserva per una settimana.

Dal flacone di somministrazione si vanno assunte 4 gocce direttamente dal contagocce, oppure diluite in poca acqua o succo di frutta,  4 volte al giorno.

Nel caso dei neonati, nel periodo dell’allattamento, i fiori verranno assunti dalla madre e agiranno direttamente attraverso il latte materno. Se il bambino non viene allattato si possono mettere 2/4 gocce dal flacone di somministrazione nel biberon.

L’orario migliore per assumere i fiori sarebbe al mattino a digiuno, prima dei due pasti principali e prima di coricarsi.

I bambini assumono volentieri i fiori di Bach che non devono essere presentati come medicine perchè non lo sono! Gocce magiche, pozione di Asterix, gocce delle fate, usate la fantasia e lasciateli liberi di prenderli oppure no perchè sentono benissimo quando non ne hanno più bisogno e si sono riequilibrati, oppure quando invece hanno bisogno di una nuova miscela con altri fiori.

Compila senza impegno il questionario per sapere se i rimedi floreali possono essere adatti a risolvere il problema del tuo bambino.

Ti invierò anche le informazioni sulla consulenza on line nel caso avessi difficoltà a trovare i fiori più adatti da sola.

12 thoughts on “Fiori di Bach e californiani per bambini e neonati

  1. Salve sono la mamma di un bambino di 7 anni, ipersensibile a critiche dolore tutto, inoltre è molto insicuro, si sente inferiore e dipendente emotivamente. Non ha carattere, tranne in casa dove perde il controllo, ha vere e proprie crisi, nn ascolta risponde è molto testardo. Leone in casa pecora fuori. Uso i fiori da tempo ma con lui nn trovo la formula giusta.

    • Buongiorno Emanuela,
      Ti confermo che la floriterapia può essere utile al tuo bambino.
      Se vuoi approfondire l’argomento, senza impegno, mi puoi mandare un mail con il tuo contatto telefonico, se preferisci che ci sentiamo a voce, oppure ti risponderò via e-mail.
      Mi puoi scrivere qui: curarsiconifiori@gmail.com
      Cari saluti e a presto
      BC

  2. Salve,
    Mia figlia di 22 mesi, dorme da quando ha 15 mesi in camerina e nel suo lettino,X quanto riguarda l’addormentstuta va più o meno bene il problema sono i ripetuti risvegli nella notte, che vuole essere presa in braccio e poi spesso ci resta ( se si tratta dalle 4:30 in poi) xche nel lettino si sveglia . Noi genitori siamo molto stanchi ma soprattutto vorrei far riposare meglio lei , abbiamo già provato con i fiori di Bach ( star, aspen, mimulus, impatiens) macsenxa troppi risultati. Mi potrebbe indicare qualche rimedio di fiori australiani , che mi dicono essere più mirati X i problemi ? Grazie mille

    • Buongiorno Lucia, deve essere molto stancante per tutti questa situazione!
      Personalmente per questo tipo di problematiche ho sempre ottenuto ottimi risultato con i fiori di Bach,
      eventualmente abbinati ai californiani. Il punto è che va capita la causa e scelti i rimedi di conseguenza.
      Anche i fiori australiani, per quanto siano più sintomatici non vanno solamente scelti sul sintomo, per intenderci non c’è il rimedio per l’insonnia.
      Si ottengono buoni risultati con Crowea se c’è una componente ansiosa, Black Eyed Susan e Jacaranda per agitazione e sovraeccitazione,
      Flannel Flower per esempio lavora sul contatto fisico e potrebbe essere utile etc.
      Va insomma capito meglio come mai la bimba ha questa necessità, da quello che mi scrive e dal fatto che i rimedi usati non abbiano prodotti risultati,
      penso siano più implicate aspetti legati al sistema di attaccamento. Purtroppo ho la necessità di andare più a fondo per suggerirle i rimedi più utili.
      Se desidera approfondire con me queste dinamiche può contattarmi per una consulenza privata.
      Cari saluti

  3. buongiorno, il mio bambino di 9 anni soffre del Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività ed è sia dislessico che disortografico il che lo porta ad avere poca sicurezza in se stesso per questo avevo pensato di aiutarlo con i fiori di Bach e nello specifico clematis, larch e pine.
    Oltre chiederle un parere sulla miscela mi chiedevo se esistevano dei metodi d’assunzione diversi in quanto andando a scuola tutto il giorno ed avendo alcuni giorni delle attività extra scolastiche diventa difficoltoso pensare all’assunzione del rimedio 4 volte al giorno se non dando direttamente il flacone al bambino con il rischio che se ne dimentichi (essendo soggetto ad A.D.H.D non sarebbe così improbabile) e soprattutto che venga visto dai compagni diventando ulteriore motivo di derisione.
    la ringrazio in anticipo

    • Buongiorno Luca, sicuramente i Fiori di Bach possono essere di aiuto al suo piccolo!
      I rimedi che ha scelto sono molto indicati, tenga anche presente Scleranthus che ha indicazioni specifiche per la dislessia, permette di migliorare il coordinamento tra i due emisferi cerebrali e stabilizza;
      inoltre Impatiens, per l’irrequietezza motoria.
      Per quanto riguarda la posologia, nel caso di bambini con problemi di iperattività, consiglio sempre di partire con 2 dosi giornaliere (4 gocce due volte al di, mattino e sera) per una settimana; in molti casi è sufficiente.
      Può poi eventualmente aumentare a 3 e poi 4 dosi giornaliere che può somministrare al bambino quando rientra a casa.
      Alcuni genitori si trovano bene a mettere una decina di gocce in una bottiglietta d’acqua.
      Personalmente, preferisco che vengano suddivise nell’arco della giornata e non ulteriormente diluite.
      Per esempio, appena alzato, al rientro al pomeriggio, prima di cena, prima di andare a dormire.
      Mi faccia sapere e cari saluti
      B.C.

  4. buon giorno, il mio bambino ha 11 mesi ancora non gattona.. il bambino fa fisioterapia perchè ha i muscoli tesi e i dottori dicono che ha un ritardo dei movimenti..ma a casa con noi fa di tutto è iperattivo ,invece con i dottori ha un blocco eogni volta che abbiamo un controllo non riescono mai a vederlo bene come si muove .. vorrei sapere se la miscela dei fiori californiani
    ( dogwood, selfheal, dandelion) sono la miscela giusta per poter aiutare il suo ritardo nei movimenti e al suo sblocco dei muscoli ?? grazie mille .. aspetto la sua risposta.

    • Buongiorno Noemi, non le so dire se i fiori scelti sono appropriati perchè i Fiori californiani hanno un’azione molto specifica pertanto avrei bisogno di maggiori informazioni.
      Trattandosi anche di un bimbo molto piccolo, per cui è anche più difficile capire la causa di certi disagi, resterei su una miscela a spettro più ampio come i Fiori di Bach.
      Vederei appropriato Rescue remedy perchè contiene: Star of Bethlehem per il trauma della nascita e delle visite con i dottori, Rock rose per la paura/terrore che può portare ad un blocco, Cherry Plum per rilassare e i muscoli e Impatiens perchè a casa è iperattivo. Aggiungerei Chestnut Bud perchè facilita qualunque processo di apprendimento e Scleranthus perchè migliora la coordinazione motoria ma anche intercerebrale.
      Dandelion potrebbe essere utile se ci sono tensioni muscolari, se il bambino è contratto, viceversa se manca il tono muscolare sarebbe appropriato Hornbeam.
      Mi faccia sapere come va!
      Cari saluti
      B.C.

  5. Salve ho scoperto da poco questo mondo dei fiori di Bach io o una bimba di 5 mesi e soffre un po di reflusso e da quando a iniziato lo svezzamento dorme più bene la notte cosa mi consiglieresti dove posso comprarli? ? Grazie in anticipo

    • Buongionro Denise sono contenta che tu abbia scoperto i Fiori!
      Possono fare davvero tanto per i bimbi e non solo….
      Ti consiglierei Chamomille dei Fiori californiani per il reflusso, se vuoi provare con un unico rimedio. E’ efficace anche per favorire il sonno.
      Potrebbe essere utile anche una miscela con una combinazione di Red Chesntut e Walnut dei Fiori di Bach per lo svezzamento.
      Inoltre, probabilmente avrai già capito che, con la floriterapia, bisognerebbe capire anche qual’è la causa del fatto che la bimba non dorma.
      Quindi, se il problema persiste, bisogna capire meglio come mai c’è questa difficoltà.
      Per acquistare Chamomille puoi provare su questi siti http://www.natur.it e http://www.sorgentenatura.it.
      I fiori di Bach li trovi anche li, comunque sono abbondantemente distribuiti.
      Se prendi solo Chamomille, tieni presente che i rimedi non si usano concentrati, ma 2 gocce in poca acqua, puoi iniziare 2 volte al dì.
      Cari saluti
      Beatrice

  6. Ciao,vorrei sapere se i fiori chr sto dando al mio cucciolo vanno beneoppure no. Soffre moltissimo di coliche e ultimamente nn riesceneanche ad addormentarsi facilmente e anche quando ci riesce spesso si sveglia dopo qualke minuto. Per questi disagi gli sto dando CHAMOMILLE,in piu WALNUT e STAR OF…per adattamento a nuova vita e traumi vari. Pero’ finora ho messo 2gocce delle essenze pure nel latte e nn la miscela dei fiori. Sto sbagliando. Ti ringrszio anticipatamente.

    • Cara Sveva, i fiori mi sembrano appropriati per il tuo bimbo.
      Forse, dal momento che mi scrivi di traumi, avrei optato direttamente per il rescue remedy a cui aggiungere walnut e chamomille.
      Per un trattamento di medio/lungo periodo, sarebbe meglio preparare una boccetta di somministrazione con due gocce di ogni rimedio e somministrare al tuo bimbo 2 gocce di questa miscela ogni volta che prende il latte o quando è agitato.
      Va comunque bene anche quello stai facendo, l’importante è non somministrare i rimedi puri.
      Auguri!
      B.C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *