Fiori di Bach e Rescue Remedy a sostegno degli interventi chirurgici

Il rimedio di emergenza dei fiori di Bach, il Rescue Remedy, ha un campo di applicazione molte ampio ed è utile anche a sostegno degli interventi chirurgici.

RR

Come deve essere utilizzato per ottimizzarne l’efficacia?

Il protocollo che utilizzo e ho riscontrato essere di aiuto in questi momenti di particolare soffrenza e difficoltà si suddivide in due momenti:

Prima dell’intervento

In un flacone da 30 ml riempito di acqua e 1 cucchiaino brandy, vanno aggiunti:

4 gocce di Rescue Remedy

2 gocce di Elm per aiutare a contenere lo stress

2 gocce di Sweet Chestnut per l’angoscia

2 gocce di Walnut per migliorare le capacità di adattamento

Si può cominciare a prenderlo 3 giorni prima dell’intervento, 4 gocce ogni 2 ore (8 volte al giorno)

Dopo l’intervento

In un flacone da 30 ml riempito di acqua e 1 cucchiaino brandy, vanno aggiunti:

4 gocce di Rescue Remedy

2 gocce di Walnut per migliorare le capacità di adattamento

2 gocce di Hornbeam per ricominciare e recuperare le forze

Di solito è sufficiente assumerne 4 gocce, 8 volte al giorno, ma si può aumentare la frequenza (non il numero di gocce, perchè inutile) secondo le proprie necessità.

Se hai dei dubbi lascia un Commento, oppure scrivimi, indicando l’indirizzo e-mail sui cui vuoi ricevere una risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *