Beatrice Castelli effettua il proprio servizio di consulenza su appuntamento online oppure e in studi. Clicca qui per maggiori informazioni.

Contatti

 + 39 3478138642
info@curarsiconifiori.it

Seguimi

Fiori di Bach per gli animali: il cane traumatizzato

Fiori di Bach per gli animali: il cane traumatizzato

Mi è capitato di recente di dovere preparare dei fiori di Bach per una cagnolina adottata in seguito allo svuotamento dei  capannoni di Green Hill, azienda che allevava cani di razza beagle a scopo vivisezione.

Sono molte purtroppo le situazioni di abbandono e maltrattamento in cui i fiori di Bach possono aiutare i nostri amici a quattrozampe a superare il trauma e a ritrovare l’equilibrio.

In una miscela preparata a questo scopo, quando l’animale è appena entrato a far parte della nuova famiglia, non dovrebbero mai mancare i seguenti fiori:

Rescue remedy: è la formula già pronta per tutte le situazioni di  emergenza e traumatiche e costituirà la base della miscela.

Rock Rose: è il fiore che tratta la paura più terrificante che si possa subire. E’ già contenuto nel Rescue Remedy, ma aggiungerlo a parte ne potenzia l’azione.

Aspen: è il rimedio per le paure di origine sconosciuta, per l’animale che ha paura di una minaccia incombente, di forze invisibili e che ha un sonno agitato.

Walnut: è il fiore dell’adattamento. Permette all’animale di adattarsi facilmente al nuovo ambiente in cui si viene a trovare.

Inoltre, è interessante valutare l’utilizzo di Gorse nel caso in cui la situazione di sofferenza sia stata di così lunga durata e ripetuta tale da pensare di non poterne uscire più e Mustard per gli animali privi di vivacità, tristi, abbattuti, senza alcuna voglia di muoversi e di nutrirsi.

In un secondo momento, quando la fase acuta sarà stata superata, si potrà procedere con una terapia di mantenimento in cui utilizzare dei rimedi più specifici per la personalità dell’animale che nel frattempo sarà emersa.

La miscela indicata in questa seconda fase sarà composta da:

1 a 3 rimedi tipologici secondo il carattere dell’animale.

Rock Rose ed eventualmente AspenMimulus se nel frattempo sono emerse delle paure precise.

Star of Bethlehem: è il fiore del trauma per eccellenza. Fa parte del Rescue Remedy e viene utilizzato da solo nel trattamento di lunga durata per superare definitivamente le esperienze negative.

Scrivetemi pure nello spazio predisposto ai commenti se avete dubbi su come utilizzare i fiori di Bach per i vostri compagni a 4zampe!

Vi risponderò direttamente qui perchè le vostre domande potranno essere di interesse per tutti.

Vuoi rimanere aggiornata sui prossimi articoli di Fiori di Bach per gli animali?

Clicca QUI

 

Commenti

  • Rispondi
    Anonimo

    Ho una cockerina di 11 mesi che si stressa molto quando gli ospiti in casa cercano di farle le coccole. E’ sempre stata con noi da quando cucciola di 30 giorni malatissima la abbiamo accolta in famiglia. Ipercoccolata dopo il calore è diventata instabile e pocco tollerante. Possiamo aiutarla ad essere di nuovo serena con tutti?

    28 gennaio 2013
    • Ciao, dal punto di vista dei fiori di Bach, potrebbero esserle utili Scleranthus per stabilizzarla, Chicory che è un fiore che lavora sull’apparato riproduttivo, Beech per l’intolleranza e Walnut per adattarla alla sua nuova situazione di femmina adulta. Per quanto riguarda il comportamento con gli ospiti bisognerebbe capire meglio la motivazione. Per esempio, potrebbe essere utile ancora Beech nel caso sia infastidita e intollerante degli altri, oppure Mimulus se invece si allontana perchè ha paura delle persone ed è timida di carattere, Water Violet se invece è solitaria di natura ed ha un atteggiamento di superiorità. Se invece è così stressata da andare quasi in panico, Rock Rose, oppure potresti darle direttamente il Rescue remedy.
      Altrettanto importante però è il comportamento degli ospiti, nel rispettare il suo spazio di vita e il suo bisogno di mantenersi a distanza!
      Fammi sapere come va!

      28 gennaio 2013
  • Rispondi
    Claudia

    Salve, ho un bull terrier femmina di un anno e mezzo. Durante il giorno sta in una casetta in muratura in giardino dalla quale puo’ uscire ed entrare liberamente poichè le abbiamo recintato una parte di giardino intorno a questa costruzione ma è da sola fino alle 18, quando rientriamo noi dal lavoro. il problema è che per noia o solitudine tende a rosicchiare quello che ha a portata di mano, na distrutto la cuccia, la porticina basculante della casetta e ogni tanto si morde le zampe o le lecca insistentemente fino a procurarsi delle abrasioni. Per il resto è molto buona e socievole con persone e cani.. Che fiori potremmo darle? Grazie infinite

    4 marzo 2013
    • Buonsera Claudia, proverei con questi fiori:
      Heather per farla sentire meno sola
      Holly e Cherry Plum per ridurre i comportamenti aggressivi
      Impatiens per ridurre l’ansia nell’attesa del vostro ritorno

      La dose è quella standard di 4 gocce, 4 volte al dì.
      Potreste somministriagliele direttamente in bocca alla mattina e alla sera e lasciarle dentro la ciotola dell’acqua quando siete via.
      Mi faccia sapere!

      5 marzo 2013
  • Rispondi
    Roberta

    Ciao, ho una cagnetta di 3 anni, presa in canile quando aveva 6 mesi (era in canile dall’età di 1 mese), che fin dall’inizio ha avuto paura di tutto. Adesso con noi della famiglia è tranquilla e si comporta normalmente ma appena sente rumori che non conosce o vede estranei si nasconde con la coda tra le gambe. Ma si spaventa anche di cose non “strane”, per esempio se abbiamo qualcosa in mano che non conosce. Quando la porto nel parco per cani e la libero, dopo meno di mezz’ora comincia ad agitarsi e sbavare e si dirige verso il cancello per uscire, oppure se stiamo passeggiando e per qualche motivo si spaventa comincia a tirare con la coda tra le gambe. Oltre a ciò spesso durante la notte quando dorme, comincià a ululare e guaire come se stesse male. Sono problemi risolvibili con i fiori di bach? o almeno che li possano attenuare per aiutarla meglio a capire che non c’è nulla di cui aver paura?
    Grazie in anticipo

    30 aprile 2013
    • Gentile Roberta i fiori di Bach possono essere sicuramente d’aiuto, ma ci vuole un po’ di pazienza e quando i problemi perdurano da tanto tempo è più difficile risolverli definitivemente.
      Ti consiglio di farti preparare una miscela contenente i seguenti fiori: Rock Rose, Aspen, Mimulus e Cherry Plum. Agiscono tutti sulle paure, ma con modalità differenti, inoltre Cherry Plum dovrebbe aiutare la tua cagnetta a dormire meglio.
      E’ importante somministrarglieli con regolarità, 4 gocce, 4 volte al dì. L’ideale sarebbe direttamente in bocca (eventualmente da alternare con le volte che glieli somministrarei nel cibo: ad esempio 3 volte in bocca + 1 volta nella ciotola del cibo). In alternativa, puoi aggiungere ogni mattina 16 gocce nella ciotola dell’acqua che le lasci da bere durante la giornata. Sarà direttamente la tua cagnolina a regolarsi con le dosi.
      Spero le saranno d’aiuto e che si vedano presto i miglioramenti!
      Cari saluti

      1 maggio 2013
  • Ciao,sono la padrona di una trovatella..
    Quando l’ho trovata aveva circa 1 mese e mezzo..ora invece ne ha 7 di mesi..
    Volevo chiederle se ci sono fiori che permettono di tranquillizzarla quando noi non siamo a casa..perchè ci sta distruggendo tutto..
    Attendo una sua risposta,grazie per l’attenzione.

    14 settembre 2013
    • Cara Noemi,
      premesso che bisognerebbe approfondire meglio i motivi di questo comportamento e quanto tempo la cagnolina resta in casa sola,
      quello che posso consigliarti data la giovane età potrebbe essere questa miscela.
      Vervain per l’esuberanza giovanile
      Impatiens per aspettare con più pazienza il vostro rientro
      Holly per la rabbia
      Cherry plum per la perdita di controllo
      Avendo avuto cani fin da piccola e una cara amica veterinaria, mi permetto anche di dirti che 3 passeggiate al giorno di 20′ sono comunque il minimo per il suo benessere. Inoltre non mi dici nulla di quanto tempo rimane sola, nel caso fosse il tempo di una giornata lavorativa di 8 ore, i fiori potrebbero fare poco, sarebbe meglio trovare una persona di fiducia che le faccia fare una passeggiata a metà giornata.
      I fiori vanno somministrati 4 gocce 4 volte al giorno, puoi metterli nella ciotola dell’acqua se beve durante il giorno, nel cibo, oppure darglieli direttamente in bocca
      Fammi sapere come va e auguri!
      B. Castelli

      15 settembre 2013
  • Rispondi
    SONIA

    Buongiorno,
    ho un problema con il mio cane; si tratta di un bouledogue francese di 7 anni, lui è un cane per natura agitato, ma il culmine lo raggiunge quando sale in auto, qui ansima per tutto il viaggio breve o lungo che sia.
    Secondo lei va bene somministrare “RESCUE REMEDY”.
    Attendo risposta in merito grazie mille!!!

    19 novembre 2013
    • Cara Sonia, il Rescue Remedy potrebbe essere una buona idea perchè contiene Impatiens e Cherry Plum che lo aiutano a rilassarsi.
      Bisognerebbe però capire anche perchè è agitato.
      Se per un eccesso di entusiasmo perchè viene portato in giro è opportuno usare anche Vervain.
      Se invece non sopporta la macchina, è infastidito suggerirei Beech.
      Se invece dovesse essere spaventato, terrorizzato è sufficiente il Rescue che contiene Rock Rose.
      Per quanto riguarda le modalità di somministrazione, pubblicherò a breve un articolo per chiarire eventuali dubbi!
      Saluti e buoni viaggi!

      20 novembre 2013
  • Rispondi
    Liliana Saracco

    Mi chiano Liliana e la situazione della mia cagnolina non è semplice. Ha 7 anni appena compiuti e dal Gennaio 2012 ad oggi ha avuto 7 episodi di epilessia, strani e particolari, al punto da non sapere se sono veramente attacchi epilettici o no. Non perde conoscenza, si irrigidisce con le zampe ritraendole e non riesce a stare in piedi, ha lo sguardo fisso e dondola, dopo pochissimo rilassa le zampe ma continua a dondolare, questo tra alti e bassi , perchè sembra sempre che stia per finire, dura circa 1 ora e mezza circa. questo per 5 delle 7 volte, le altre due sono state sempre uguali ma brevissime. Le crisi conosciute ( se ne ha altre non lasciano segno) avvengono solo da Dicembre a Maggio. Ho sempre somministrato microclismi di Valium e Rescue remedy . Il veterinario ha voluto iniziassi una terapia con un farmaco nuovo il Pexion, che però dava effetti collaterali ( non controllava la vescica), e che comunque non serve perchè le crisi ci sono ancora, come prima. Voglio smettere il farmaco e iniziare con i Fiori di Bach come prevenzione. Che fiori mi consiglia, condiderando che la cagnolina ha problemi di paure di ciò che non conosce, indecisione nel fare e non fare le cose, e una continua richiesta di attenzioni , quasi esasperata. E’ molto attaccata a noi ed è gelosa degli altri animali che abbiamo. Mi scuso per la lunghezza della mail, anche se ho dovuto condensare un’anamnesi molto più lunga e complessa. Grazie per la risposta.

    6 marzo 2014
  • Rispondi
    Francecsa

    Buongiorno, mi rivolgo a Lei dopo aver cercato aiuto dai vetrinari che mi hanno consigliato psicofarmaci per il mio cane, ma io non voglio darglieli…non li prenderei io perchè dovrei darli a lui…ma veniamo al problema, ho un pinscher di 4kg che ha 4 anni, è il cane più affettuoso che io abbia mai avuto, purtoppo soffre di ansia, ovvero non vuole essere toccato o considerato dagli estranei e quindi alle carezze degli estranei risponde con abbai e dentini di fuori, non parliamo del veterinario di cui ha il terrore, una volta all’anno quando lo porto a fare il richiamo del vaccino ogni volta è un’impresa si fa pipì e cacca sul tavolo in ferro e cerca di mordere tutti, solo io riesco in parte a tenerlo fermo, l’ultima volta il veterinario con difficoltà gli ha messo la museruola per poterlo vaccinare…Io ci sto male mi dispiace che sia così pauroso e che la sua risposta all’ansia sia l’aggressività…Come posso aiutarlo????
    Grazie mille.

    27 maggio 2014
  • Rispondi
    daniela

    la cagnolina di un mio amico e un levriero galgo rescue di 2 anni e mezzo soffre di crisi epilettiche da un mese da circa 3 mesi. è stata adottata a febbraio 2014 non conosciamo il suo passato sicuramente ha avuto dei traumi nel suo passato ma appena arrivata dopo circadue mesi è morto per un tumore l’altro cagnolino a cui si stava affezionando. ora ha 3 /4 anche cinque crisi al giorno sempre in concomitantza con la luna piena . la stanno curando con dei farmaci provati 2 tipi diversi ma le crisi ci sono ancora come prima. vorrei fargli provare i fiori di bach di cui lui non è molto convinto per quello che ho scritto io la mail. queste crisi sono molto forti ma durano 1/2 minuti ciascuna.. non sanno piu cosa fare. hanno fatto mille esami ma è ok. l’hanno definita idiopatica…grazie per la risposta e il consiglio che mi dara’

    13 luglio 2014
  • Rispondi
    Elisa

    Buonasera, ho una bulldog inglese sterilizzata di quasi 4 anni che dall’età di 3 presenta crisi epilettiche. Parliamo anche di 30-40 crisi ogni 40 gg, tutte concentrate in 2-3 gg. Diamo Valium all’occorrenza, di solito invece prende luminale e bromuro, al quale abbiamo aggiunto da poco il keppra. Il cane è spesso agitato, ansima, gira in tondo. Sembra tranquillizzarsi quando non c’è nessuno in casa. Cosa potrei darle? Ps è morto l’altro cane che avevamo e al quale lei era legatissima circa 6 mesi prima dell’insorgenza delle crisi.

    4 settembre 2014
  • Rispondi
    Lorenzo

    Salve, io ho un pastore australiano di tre anni, di natura molto esuberante, ma allo stesso tempo e terrorizzato da qualsiasi rumore( es. urla, tuoni, fuochi ecc. ) diventando talvolta ingestibile, mi potrebbe dare qualche consiglio utile? Grazie

    6 settembre 2014
  • Rispondi
    Monica

    Buonasera,ho da 3 anni una cagnetta adottata in un canile pugliese.
    Asia si è adattata alla convivenza con l’altro mio cagnolino,ma da subito ha manifestato il rifiuto assoluto ad essere condotta a passeggio al guinzaglio (ho un piccologiardino),togliendosi pettorina o collare per tornare alla mia auto.
    Inoltre,problema anche più grave, ad ogni temporale o solo per poche gocce di pioggia perde completamente il controllo tentando di arrampicarsi su ogni mobile o superficie rialzata, raspando porte e mobili , in preda al panico più totale.
    Trema e diventa tachicardica al punto che ogni volta temo le venga un infarto,e rifiuta ogni tentativo da parte mia di calmarla e confortarla,mentre solitamente è dolcissima.
    La comportamentista le ha prescritto ansiolitici,senza successo,e il vetrinari il Killitam,che viene usato come preanestetico,anch’esso senza alcun risultato.
    Possono essere utili i fiori di bach?
    La ringrazio anticipatamente
    Monica

    13 settembre 2014
  • Rispondi
    Ilaria

    Ho preso un cane al canile a marzo, un meticcio che ora ha un anno un lupoide pesa circa 20 kg (peso forma) si lecca le zampe soprattutto quelle posteriori, ha sviluppato una dermatite atopica, forse scatenata da wuster dati quando abbiamo fatto scuola di addestramento, ora mangia solo cibo per cani allergici, é sicuramente un cane pauroso con persone estranee alla nostra famiglia, é un giocherellone e fa attività fisica passeggiate tre volte al giorno, volevo un consiglio su come utilizzare i fiori di Bach, quando darglieli e in che dose per aiutarlo ha essere meno ansioso, é molto attaccato a mio figlio con il quale ha fatto imprinting sia in canile che a casa e quando va a scuola si intristisce, io lo distraggo portandolo fuori a passeggiare, e quando torna da scuola se mio figlio va in bagno comincia a piangere! Grazie molte ilaria

    6 ottobre 2014
  • Rispondi
    federica

    Buongiorno, un paio di mesi fa in un giorno di pioggia torrenziale,ho trovato una cagnolina che vagava terrorizzata sulla strada in mezzo a camion che sfrecciavano e rischiavano di investirla. Come ho aperto lo sportello della macchina si è subito infilata in cerca di rifugio. Ora che è con me in casa ogni volta che comincia a fare anche solo due gocce di pioggia lei si va a nascondere terrorizzata e naturalmemte la situazione peggoora con i tuoni…. si rifiuta di mangiare e di uscire per i bisogni così me li fa dove capita. Inoltre è didperata quando esco e non posso portarla con me anche se ci sono i miei familiari in casa. …ha il terrore di essere lasciata sola. È una razza da tana e quindi è super attiva…. Spero possa aiutarci consigliandoci il giudto rimedio. Grazie

    10 novembre 2014
  • Rispondi
    Katiuscia

    Salve, ho trovato molto interessante questa sezione dedicata a come aiutare i nostri cani con i fiori di Bach. Io ho una femmina di akita di due anni e mezzo. Da cucciola era tremenda, non obbediva mai, scappava alla prima occasione e da sempre ha avuto un rapporto molto difficile con gli altri cani. Benché questi comportamenti siano una predisposizione caratteriale della razza, la mia cagnolona (ora pesa 34 kg) è molto migliorata in senso di obbedienza, ma rimangono i problemi con la socializzazione con altri animali-cani. Come vede un cane inizia ad essere fiera e orgogliosa e se il malcapitato prova un approccio lei gli fa capire di sottomettersi con delle ringhiate molto convincenti. Se il cane si avvicina, lei gli capire chi comanda ma sempre a modo suo, sempre violento. Il problema mi si è posto ora che i miei hanno preso un cucciolo, molto tranquillo ma giocherellone. Lei al primo approccio ha tentato di azzannarlo per gelosia e per superiorità, per fortuna aveva la museruola. Vorrei avere un aiuto da lei su quali fiori potrebbero aiutare a sedare la situazione… La ringrazio vivamente in anticipo.

    10 dicembre 2014
  • Rispondi
    Elisa17

    Buongiorno, il mio pinscher di 9 mesi soffre di ansia da separazione. Ne ha sempre sofferto sin da quando lo abbiamo portato a casa all’età di due mesi. Io e mio marito lavoriamo per cui il cane sta solo per le otto ore lavorative (sin da quando era piccolo) ma comunque, prima di lasciarlo solo molte ore, abbiamo provveduto ad andare via di casa per pochi minuti sino ad aumentare il tempo. Di notte non ha problemi, dorme da solo e non piange quando andiamo a letto. Il problema si pone alla mattina quando esco. Abbiamo un piccolo giardino e lui ha una cuccia coibentata fatta su misura per lui sotto un porticato, un gazebo dove poter stare senza bagnarsi. Però è un paio di mesi che graffia la porta di ingresso della casa… Non so quando è per quanto tempo lo fa, però ieri ho trovato un po’ di sangue perché probabilmente il legno del portone gli ha procurato un graffio. Lui per il resto è felice, non è un cane apatico, solo che vuole stare sempre con me. Volevo quindi chiederle: può andare bene stars of Bethlehem? Oppure mi consiglia altro? Se si, quanto è per quanto tempo? La ringrazio per la disponibilità.

    14 dicembre 2014
      • Rispondi
        Elisa17

        Grazie mille Beatrice. Il cane ha un carattere giocoso e espansivo, non ha problemi con gli altri cani e nemmeno con le persone (a parte i 2 minuti di diffidenza iniziale). In giardino fa qualche danno come giocare con la canna dell’acqua o scavare la terra di un vaso (solo su un vaso, ma ha solo terra e ne tira fuori poca). Sicuramente ha tanta energia che probabilmente deve scaricare (la passeggiata la facciamo alla sera). Consiglia quindi i fiori che ha citato prima? Grazie ancora di tutto.

        14 dicembre 2014
  • Rispondi
    Laura

    Ciao Beatrice
    mi trovo in una situazione piuttosto difficile con la mia cagnolina di 14 anni. Non ha mai avuto particolari problemi di relazione con altri animali o persone. L’unico atteggiamento secondo me anomalo è una forte voracità nei confronti del cibo (deglutisce senza masticare e mangerebbe a qualsiasi ora enormi quantità di cibo). Da qualche anno pare avere problemi neurologici con crisi che si manifestano con tremori, respiro affannoso e, a volte, vomito e rilascio di pipì. La situazione era sotto controllo fino a qualche settimana fa quando le è stata diagnosticata una insufficienza renale e ora la stiamo curando con una sorta di dialisi e medicine specifiche. In concomitanza con questo fatto le crisi sono diventate più frequenti e durano più a lungo (anche alcune ore). Aggiungo che vive con i miei genitori che sono piuttosto ansiosi e apprensivi.
    Vorrei provare a darle qualche fiore di bach per vedere se la situazione migliora. Hai qualche consiglio da darmi?
    Te ne sarei grata!
    Laura

    30 gennaio 2015
      • Rispondi
        laura

        Grazie Beatrice. Solo un chiarimento. Devo prendere una boccetta per ciascun fiore già miscelato col brandy oppure puri? Come li miscelo e quante gocce devo darle?
        Grazie ancora!

        30 gennaio 2015
  • Rispondi
    Paola

    Salve , ho un cocker di 2 anni con alcune problematiche , in casa è abbastanza gestibile e non fa dispetti , ma quando arrivano ospiti continua ad abbaiare e poi gli va a grattare le gambe ma con un impegno e velocità , in macchina finchè siamo in movimento è tranquillo come mi fermo e sgancio la cintura trema ed emana certe grida sembra che ha paura dell abbandono (premetto l abbiamo preso da cucciolo) , poi a passeggio quando incontra i cani x un attimo li annusa e poi cerca di attaccarli (da piccolo gli è successo a lui una cocker iena prima lo ha annusato e poi lo ha preso nel musino ), se mi fermo a parlare con le persone lui continua ad abbaiare e si innervosisce , con i bambini quando si avvicinano prima si siede e poi gli ringhia e questo a volte lo fa anche a mio figlio ma senza mordere , in giardino è molto disubbidiente ,esuberante infatti quando lo chiamo non torna e x di più se vado vicino x prenderlo corre via come un pazzo e poi mi raggiunge e tenta di mordermi la maglia . In questo momento sta usando Il collare Adaptil da 2 mesi ma non ha nessun beneficio ! Che fiori potremmo darle ? Grazie un cordiale saluto

    5 febbraio 2015
      • Rispondi
        Paola

        Ciao Beatrice , grazie mille x la consulenza , ho capito che è un cane dominante è questo mi rattrista , 4 mesi di addestramento l avevo già fatto con pochi risultati comunque proverò ad andare ancora , ero abituata bene avevo fino a 2 anni fa un Labrador che è rimasto con noi fino all età di 16 anni e con lui mi bastava guardarlo che capiva tutte le situazioni e tale si comportava , questo invece è un diavoletto ! Per quanto riguarda le gocce , che dosi gli devo dare ? Grazie e cordiali saluti da Paola e famiglia

        6 febbraio 2015
  • Rispondi
    teresa

    Buonasera, il nostro cucciolo di 9 mesi è un cane allegro, ben socializzato e giocherellone. Esce spesso e frequenta un campo giochi per cani. Da quando è arrivato (aveva 3 mesi) abbiamo lavorato con un educatore per “combattere” alcune paure e ansie che lo hanno sempre accompagnato. Principalmente rumori più forti e improvvisi (come i lavori stradali), cassonetti e camion per la raccolta dei rifiuti, sacchetti di plastica, oggetti che magari su un percorso che fa abitualmente non c’erano e che si presentano. La paura a volte diventa paralizzante e si schiaccia a terra o vuole scappare. In generale accade in strada, è facile passeggiare al guinzaglio in ambienti e strade già battutti, ma può diventare molto difficile su nuovi percorsi. Con le persone e gli altri animali è vivace ma tranquillo, mai aggressivo. E’ molto migliorato, ma questo atteggiamento comunque rimane. Che tipo di Fiori mi consiglierebbe somministrare? Credo, ma forse mi sbaglio, che forse più che una soluzione di “emergenza” ci vorrebbe un trattamento più mirato? La ringrazio molto per il suo aiuto, ci piacerebbe che sia sereno, perchè per il resto è veramente un cane allegro e pieno di vita.

    4 marzo 2015
      • Rispondi
        teresa

        grazie mille! giusto per capire bene…Lei mi consiglia di farmi preparare una miscela dei 4 e somministrare 3 goccie della miscela, 4 volte al giorno? E’ giusto così?
        grazie ancora!

        9 marzo 2015
  • Rispondi
    daniela

    Ciao, io ho una situazione un po difficile spero che i fiori mi possano aiutare! Ho una beagle presa a 7/8 mesi da una gabbia in cui veniva tenuta da un cacciatore. Non so se sia stata maltrattata so solo che purtroppo quando la porto fuori ha sempre la coda tra le zampe, ha il terrore di ogni rumore e di tutti i passanti ed è così terrorizzata che non fa nemmeno i bisogni fuori. Ora ha 2 anni e non si è mai abituata. Da premettere che scappò di casa e la ritrovai incinta dopo 6 mesi.

    16 marzo 2015
  • Rispondi
    Just

    Ciao, ho una bulldog francese di 9 anni che è molto ansiosa.
    Dall’età di 2 anni e mezzo circa soffre di cistiti emorragiche ricorrenti, sempre curate con antibiotici ed acidificanti urinari con scarsi risultati. Abbiamo notato infatti che la cistite si presenta quando si agita. Non sopporta i lunghi viaggi in macchina (dopo 15 minuti inizia a tremare ed agitarsi), dal veterinario non ne parliamo….ansima, gli occhi escono dalle orbite, trema di paura e non si riesce a calmarla in nessun modo. Credo abbia paura di essere abbandonata perchè cerca sempre noi, anche a casa. Anche durante la passeggiata si agita quando sente gli odori e “marca” il territorio. Ha paura e non vuole farsi toccare dagli estranei, ma non è aggressiva, anzi. Il nostro veterinario ci ha consigliato i fiori di Bach, cosa potrei provare? Grazie mille

    25 marzo 2015
      • Rispondi
        Just

        grazie mille!!!!

        9 aprile 2015
  • Rispondi
    silvia

    Buongiorno
    La mia border collie di quasi due anni , dopo essersi spaventata in seguito di lanci di petardi da parte di alcuni ragazzi, ha cominciato a manifestare paure improvvise per qualsiasi tipo di rumore più o meno improvviso… Dandole reazioni di panico, tremori, salivazione abbondante e tendenza a cercare un luogo rassicurante. Come posso intervenire? Eventualmente mi può indicare dosi e somministrazioni? Grazie infinite

    7 aprile 2015
  • Rispondi
    paola

    buongiorno circa 2 mesi fa abbiamo adottato da un canile Diana, un cane corso di 8 mesi.
    Il veterinario ha riscontrato che il mangime non era adatto a lei perchè era molto arrossata perciò siamo passati ad un’alimentazione monoproteica. Diana è un cane tranquillo ma si lecca molto spesso le zampe anche in maniera molto decisa e quando è in giardino mangia spesso la terra. Cerco consigli per migliorare questi due aspetti
    grazie Paola

    19 aprile 2015
  • Buon giorno Beatrice, fra due giorni mi arriverà una cagnolina sottratta ad un canile di quelli infernali (tralascio i particolari). Ha 15 anni, spero di farle vivere quello che le resta circondata da tranquillità e amore. Naturalmente però questo sarà per lei un cambiamento che porterà ulteriori traumi, almeno iniziali. Ti chiedo un consiglio sul “cocktail” di benvenuto più adatto per lenire le sue paure e aiutarla ad adattarsi alla nuova situazione. Per quando andrò a prenderla (dovremo fare un pezzo di strada in macchina) pensavo di portarmi Emergency spray, così da poterla trattare senza toccarla troppo: fa effetto se lo spruzzo anche nel trasportino? A casa con me ci sono altre due cagnolone, una delle quali è la mia ombra (anche lei proviene da canile) e alla quale sto dando un misto di Rescue R. + Holly + Mimulus + Walnut, può andare bene?
    Grazie

    21 maggio 2015
  • Rispondi
    manuela

    Salve…ho un problema con un cane labrador di 9anni. Viveva in appartamento con un’anziana signora. A seguito del trasferimento di quest’ultima in una casa di cura, il “piccolo” é stato portato in un rifugio in attesa di adozione. Qui si dispera continuamente. Ho il rescue remedy da potergli dare ma avrei bisogno di saperne le dosi…mi può aiutare?

    27 maggio 2015
  • Rispondi
    luca

    buongiorno BEATRICE ! vorrei approfittare della tua esperienza e cordialità. ho una meticcia di 14 mesi,presa al canile all’età di 2 mesi.con l’ultimo capodanno si è impaurita con i fuochi d’artificio.da allora la cosa è andata degenerando.adesso a paura di spari,rumori forti,tuoni,botti dei cannoncini per le semine(vivo in una zona rurale)…..ho letto gli articoli simili al mio,ma in più la mia cucciola non riesce a dimenticare!nel senso che se in un dato luogo durante le passeggiate sente uno dei rumori per lei molesti,non c’è verso di riportarla nel solito luogo nemmeno dopo una settimana.diventa difficile,adesso,farla uscire con serenità.preferisce stare in luoghi chiusi (casa,lavoro) .Siccome è sempre con me,anche al lavoro,abbaia a tutte le persone che entrano.non la posso redarguire perchè si impaurisce.solo con le coccole tende a calmarsi. i fiori di BACH possono essere un aiuto? grazie e scusami per la lunga e-mail

    2 giugno 2015
  • Rispondi
    Monica

    Buongiorno ho un lagotto romagnolo di 8 mesi che abbaia in continuazione, specialmente quando da dentro casa sente gli altri condomini o dal terrazzo se passa qualcuno. Abbaia anche durante i pasti nonostante nessuno abbia mai dato niente dalla tavola. Altro grosso problema è la paura del toelettatore e del veterinario….morde! occorre mettere la museruola…ma mi spiace perchè vedo nei suoi occhi il terrore…che fare???

    10 giugno 2015
  • Rispondi
    viviana

    Buongiorno,
    ho con me da 8 giorni una cucciola nata il 7 maggio di Beagle. Nella cucciolata era la più tranquilla, a casa ha dei momenti che sembra impazzire, a tratti incontenibile.
    Dorme e rimane in casa da sola quando andiamo a lavoro con un guinzaglio bello lungo per corscoscrivere il suo territorio e perchè non si faccia male e distrugga cose. A disposizione cuccetta, acqua, giochi ecc.
    posso darle qualcosa per farla tranquillizzare.
    Non posso lasciarla sul balcone da sola che si dispera e mi chiama l’amministratore di condominio.
    Appena finirà i vaccini potrà andare a spasso e almeno si sfogherà un pò di più spero.

    Attendo un suo prezioso consiglio.
    Grazie mille
    Viviana

    14 luglio 2015
  • Rispondi
    Roberta

    Salve, la Mia cagnolina ha già 9 anni e da quasi 3 si è trasferita in Inghilterra (con me!). Inizialmente penso sia stato abbastanza traumatico ma infine si è adattata perfettamente, ad un ambiente che, purtroppo per cause che non dipendono da me, è mutato molte volte. Un anno e mezzo fa circa è stata operata per un tumore della pelle da allora ho notato che ha iniziato a leccarsi e mordicchiarsi molto. Da poco le ho trovato una ferita alla zampina causata proprio dal continuo leccarsi. Mi può consigliare dei fiori per aiutarla? Non ho assolutamente intenzione di rimetterle il collare elisabettiano! La ringrazio !

    18 agosto 2015
  • Rispondi
    Pamela

    Ciao, ho una cuccioletta di 5 mesi e mezzo che e’ con noi da qnd ne aveva 2. Fino a qualche giorno fa avevo anche un cane di 12 anni che le faceva compagnia e nonostante la differenza di età e soprattutto di agilità giocava con lei. Purtroppo però da due giorni lui ci ha lasciati e lei mi sembra andata completamente in crisi. Sembra spaventata e ha poco appetito, già era coccolosa prima,….adesso ancora di più. Vorrei sapere se è’ abbastanza il rescue remedy e semmai in che quantità o se devo aggiungere qualcos’altro. Ti ringrazio moltissimo, ciao.

    25 agosto 2015
  • Rispondi
    tiziana

    Cara Beatrice, avrei bisogno del tuo aiuto per il mio Ringo, meticcio segugio/pastore di quasi 9 anni da 5 con me. Abbiamo superato tante cose e fatto tanti progressi lavorando insieme ma aimé il terrore dei temporali permane, temporali che ormai sono sempre piu’ violenti.
    In mia assenza, durante le 8 ore d’ufficio, Ringo resta in un luogo sicuro ma si avventa contro oggetti per sfogare la sua paura. Per non arrecare danno a cose e’ cosi bravo da sfogarsi su degli scatoloni di cartone che gli lascio appositamente per le ”brutte giornate”.
    L’angoscia pero’ rimane perche’ vorrei aiutarlo a star un po’ piu sereno perche quando torno da lavoro e’ agitato, pupille dilatate ed e’ in iperventilazione…una sofferenza per entrambi. Ho letto del rescue remedy e del Rock rose ma non saprei quante volte, per quanto tempo e in che dosi somministrarglielo. Grazie inifinitamente per l’aiuto che potrai darci.
    Tiziana

    14 ottobre 2015
  • Rispondi
    veronica

    Salve, ho un bulldog inglese di nome kikka di 6 anni..nella arco della sua vita non ha avuto mai problemi grandi.. ma adesso sembra che abbia tutto lei..l’unica cosa che ha avuto molto spesso sono le cistiti molte volte accompagnati da perdita di sangue. Ultimamente ha avuto una crisi respiratoria e per il panico l’abbiamo portata in clinica ( è inutile dire senza risultati) io penso che la crisi le è presa x un allergia o cose simili ad un farmaco che le stavo somministrando..ma se andiamo a parlare con i veterinari dicono che è ben altro.. ora io non ho subito pensato al rescue remedy ma stamattina mi si è accesa la scintilla! Ora però ha una cistite emorragica e per non bastare avendo la coda incarnita capitano giorni che si butta a terra grattandosi ininterrottamente facendosi salire l’ansia.. inizia con l’affanno e prima che si calma passa anche un oretta! Io credo molto in questi rimedi.. ho anche persone intorno a me che praticano reiki.. infatti stavo anche pensando di sottoporla a questo! Non penso che la mia bulla abbia problemi irrisolvibili.. penso solo che io sto passando un periodo veramente no e lei assorbendo la mia negatività sta avendo questa serie di problemi per colpa mia! Ora mi chiedo.. il rescue remedy va bene.. o serve altro? Per la cistite adesso le sto somministrando un prodotto che si chiama cystocure che sembra avere ingredienti naturali! La ringrazio anticipatamente.. aspetto con ansia una sua risposta!

    30 ottobre 2015
  • Rispondi
    sara

    Buonasera Beatrice, le scrivo perchè ho trovato il suo articolo molto interessante e credo (o almeno lo spero) possa aiutarmi a migliorare il problema della mia cagnolina.
    Da circa 2 mesi ho adottato Olivia, una meticcia di taglia media contenuta (max 10 kg), trovava abbandonata assieme alla sorellina; la piccola ha 6 mesi ed è molto paurosa, soprattutto nei riguardi delle persone (bambini in primis) dalle quali fugge e non vuole nemmeno essere accarezzata. Le uniche persone dalle quali si fa coccolare e con le quali gioca sono quelle della ristretta cerchia famigliare (me ed il mio compagno, i miei genitori, mio fratello e la sua compagna). Nonostante la porti molto spesso in giro con me, non riesce a sbloccarsi.. va molto d’accordo con gli altri cani, ma è terrorizzata dalle persone e la maggior parte del tempo cerca di nascondersi o cammina rapida con la coda tra le gambe.
    Vorrei sapere se i fiori di Bach possono aiutarla e se si quali mi consiglia di somministrarle e in quali quantità.
    La ringrazio in anticipo per la risposta.
    Sara

    7 novembre 2015
  • Rispondi
    Chiara Profico

    Buongiorno, mi chiamo Chiara e ho una galga rescue di 4 anni, vive con me e mia madre da un anno e mezzo circa. Le scrivo per chiederle un conisglio, in quanto a causa del suo terribile passato ha paura di qualsiasi cosa. Vive con noi in appartamento al quale si è adattata molto bene, ma i problemi giungono quando è ora di uscire. Di sera, se rimaniamo nel cortile non si presenta nessuna paura, quando invece usciamo in città anche solo per una breve passeggiata inizia a tirare e cercare in ogni modo di tornare a casa. In oltre trema e le gocciola il naso. Per questo motivo abbiamo iniziato a darle i fiori australiani per la fiducia e qualcosa hanno fatto. In seguito siamo passate all’ emergency, tuttavia sembra non funzionare. è spesso apatica, raramente festosa e non riusciamo a capire se sia il suo carattere, oppure se dipenda dalle sue paure o da come ci approcciamo a lei, nonostante ci siamo informate su come fare con un rescue e io faccia volontariato in canile ed abbia conosciuto volontarie che sono educatrici cinofile. C’è qualcosa che possa aiutarla ulteriormente?
    La ringrazio infinitamente!

    12 novembre 2015
  • Rispondi
    Cinzia Scognamiglio

    Buongiorno,
    Ho trovato molto interessante il suo articolo.
    Ho un cucciolo meticcio di sette mesi, taglia media. È con noi da quasi 5 mesi.
    È molto ansioso, e la sua ansia si trasforma all’esterno con aggressività verso le persone o tendenza a tirare molto.
    In casa invece rosicchia tutto.
    Cosa mi consiglia?
    Grazie mille.

    20 dicembre 2015
  • Rispondi
    Angela

    Buonasera, ho un Labrador di 9 anni affetto da epilessia idiomatica da quando aveva circa 2 anni. Per tenere sotto controllo le crisi gli diamo una compressa di Gardenale ogni 12 ore. Così facendo la frequenza delle crisi varia da minimo un mese ad un massimo di quattro. Le crisi sono parziali, non perde conoscenza, gli si irrigidiscono le zampette e a i muscoli contratti, gli dura meno di un minuto, dopodiché è ancora un po’ stordito e barcollante ma dopo 5 minuti è come se non fosse successo nulla. Da qualche tempo durante la crisi gli metto in bocca là gocce di Rescue Remedy e sembra che gli plachi la crisi quasi all’istante (sembra quasi che si risvegli). Mi piacerebbe quindi in associazione al Gardenale dargli anche i fiori di Bach, oltre il Rescue Remedy durante le crisi, sperando magari di aumentare l’intervallo tra le crisi e per ridurne la durata. Mi potrebbe consigliare quali fiori usare.
    La ringrazio anticipatamente.
    Saluti

    17 gennaio 2016
      • Rispondi
        Angela

        Grazie per la Sua risposta. Il mio labrador è abbastanza agitato, a volte gioca quasi in maniera nervosa, adesso avendo 9 anni si è calmato un po’ ma da piccolo restando da solo durante il giorno ha praticamente distrutto tutta la casa, questo fino a circa all’età di 4 anni. Quando siamo a casa richiede attenzioni, sale addirittura in braccio pur pesando 32 Kg. Non è un cane particolarmente pauroso, per esempio non si spaventa dei petardi. Non è affatto un cane dominante, va d’accordo anche con i cani maschi se questi sono bravi, non cerca mai la lite, anzi evita. Con le persone è buonissimo.
        Volevo anche chiederLe per quanto tempo è necessaria la somministrazione dei rimedi omeopatici.
        La ringrazio ancora e saluto cordialmente.

        25 gennaio 2016
          • Angela

            Io e il mio cagnone Balto la ringraziamo molto e le faremo sapere come sta andando.
            Saluti
            Angela

            26 gennaio 2016
          • Angela

            Sono passati tre mesi dall’inizio della terapia da lei consigliata. In questo periodo le crisi si sono stabilizzate sulla frequenza di circa 1 al mese comunque leggera della durata di un paio di minuti in genere o alla sera dopo cena o al mattino presto. Secondo lei dobbiamo proseguire con la cura o interrompere per magari riprendere ad intervalli regolari? Naturalmente stiamo continuando la terapia con Gardenale, una compressa ogni 12 ore.
            La ringrazio sin da ora per la disponibilità e la saluto cordialmente.
            Angela

            10 maggio 2016
          • Angela

            Innanzitutto grazie per la tempestiva risposta. La miscela usata è quella che mi aveva consigliato tenendo conto anche del carattere del cane ed è la seguente: Impatiens, Cherry Plum, Scleranthus, Heather.
            Ho provveduto a somministrarla quattro volte al giorno, quattro gocce ogni volta, per tre mesi in genere su un biscotto o su un pezzo di pane.
            Saluti

            11 maggio 2016
  • Rispondi
    Sandra

    Salve, ho preso da 3 giorni un cane di circa un anno dal canile. È traumatizzato , non è possibile guardarlo negli occhi, toccarlo o avvicinarlo. Non è ancora entrato in casa e scappa come sente il minimo rumore. Gli altri due cani che già avevo sono stressati dalla sua presenza e spesso lo cacciano. Sto dando a tutti e tre rescue remedy ma vorrei qualche consiglio per continuare la somministrazione più idonea alla situazione. Grazie mille

    27 gennaio 2016
  • Rispondi
    Sabrina

    Buongiorno Dott.ssa, ho recentemente scoperto i fiori di bach e mi sembra che tutto si possa affrontare con il loro aiuto. Ho quindi pensato di utilizzarli anche per il mio cane 15enne che in realtà dimostra l’età di un cucciolo in quanto a vitalità, carattere e salute.
    Brevemente la sua storia: ho preso Bric quando aveva 3 anni, perchè era morto il suo proprietario 85enne che l’aveva tenuta sempre in casa con se. Non ha avuto quindi, nei suoi primi e importanti anni di vita, contatti con altri animali, bambini e molte persone. Ha fin da subito mostrato segni di asocialità. mi ha morso diverse volte e ha morso un po’ tutti indistintamente, sia che fossero nipotine, familiari, sconosciuti o altri cani. L’ho tenuta solo perchè ormai avevo preso l’impegno di farlo ma è stato ed è, molto faticoso gestirla.
    Ora ho provato a darle VERVAIN, HOLLY, STAR OF BETHLEEM, CHERRY PLUM e IMPATIENS, ho notato che è meno agitata del solito ma non ho risolto nè l’abbaiare eccessivo per qualsiasi presenza anche a distanza da casa, nè il suo istinto a mordere. Ieri, con mia grande mortificazione, è successo ad un bimbo che ha avuto solo la colpa di avvicinarle una mano al muso per farsi annusare. Non ringhia, non dà alcun cenno e morde nella frazione di un secondo. L’attacco è percepibile solo per le urla di dolore del malcapitato! Sono un po’ afflitta, speravo che almeno con l’età le cose migliorassero ma pare che non ci sia verso. Può darmi un consiglio? Gliene sarei immensamente grata.

    30 gennaio 2016
  • Rispondi
    Daniela

    Gentile Beatrice, ho un bellissimo meticcio di 1 anno di taglia media. È con me da circa 2 mesi,prima è stato abbandonato, trovato e portato al canile. È un cane molto diffidente con tutti gli estranei e il problema più grosso è il terrore dell’auto. Solo vedendola comincia a sbavare, continuando per tutto il viaggio ed a volte vomita. Ho comprato proprio oggi il rescue remedy ma non so bene come utilizzarlo e soprattutto se potrà essere utile. La ringrazio anticipatamente. Daniela

    1 febbraio 2016
      • Rispondi
        Daniela

        Grazie mille! Comincerò subito.

        4 febbraio 2016
  • Rispondi
    giusy

    Buongiorno, ho da poco scoperto rescue remedy x me e mi sono trovata bene. Le chiedo consiglio x 2 cucciole di meticcio, sorelle di 4 mesi che abbiamo preso da poco dal canile. Le cucciole sono state trovate dai volontari abbandonate x strada quindi non si sa nulla della loro sicuramente triste storia precedente. Ora si stanno adattando lentamente a noi però sono ancora un po timorose sopratutto quando cerco di portarle al guinzaglio. Si immobilizzano e tremano dalla paura. Cosa mi consiglia x questa paura? Inoltre una è dominante sull’altra e nn le permette di giocare o di correre da sola, cerca sempre di imporsi su di lei a volte anche mordendola, anche quando viene vicino a noi la dominante si intromette sempre, in questo modo la sorella più”debole” si spaventa ancora di più. Esiste un fiore x queste situazioni?
    Sperando in una soluzione la ringrazio molto. Giusy

    29 febbraio 2016
  • Rispondi
    Francesca

    Ho una jack Russell di quasi 10 mesi, socievolissima con simili e persone, però ha paura dei rumori improvvisi quindi non è serena fuori casa tranne sui campi a giocare e correre con gli amici. Per me è un grosso problema perché la porto sempre con me ed è uno stress quando inizia a tirare che vuole tornare alla macchina oppure appena usciamo dal cancello di casa il suo unico pensiero è “voglio rientrare a casa” devo dirigerla io con il guinzaglio per farla proseguire per fare i bisogni ……. ha detto il veterinario comportamentalista che è anche molto testarda ma vedere la propria cagnolina che tira per tornare a casa non è una cosa piacevole. Dimenticavo, porta il collare Adaptil ed ha iniziato da 10 gg la cura con direlax, avrei piacere ricevere consiglio. Grazie e saluti Francesca

    4 maggio 2016
  • Rispondi
    Sara

    Ciao! La mia cagnolina (1 anno, 18kg circa) quando usciamo da casa ha molta paura dei rumori forti ed è tinorosa soprattutto quando c’è vento. A volte la porto a degli eventi cinofili ma questa sua paura ci impedisce di passare una normale giornata insieme ad altra gente e cani.. Per questo ho preso le gocce mimulus nella speranza che si tranquillizzi.. Ma mi chiedevo diverse cose: quante gocce devo dare? Quanto tempo prima dell’evento? In quanto fanno effetto e quanto dura?

    13 maggio 2016
  • Rispondi
    Marta

    gentile dott.ssa, ho una gatta sterilizzata di circa 2 anni. Purtroppo ha il “vizio” di fare pipì sui mobili e sui vestiti che trova in giro.
    Al momento vivo con una coinquilina che la tollera male Hope (la gatta) e quando la coinquilina è in casa Hope è costretta a restare chiusa in camera.
    Quando la coinquilina rientra prima di me e la gatta resta chiusa a lungo puntualmente trovo la pipi sui vestiti (fino a qualche mese fa anche sul mio letto) o sul comò.
    Da qualche mese in casa è presente anche il mio compagno, con il quale ci trasferiremo (io e Hope) la settimana prossima in una nuova casa dove lei potrà girare in totale libertà.
    Mi preoccupa che possa continuare a fare pipi anche nella casa nuova, visto i grandi cambiamenti.
    Che cosa mi consiglia di fare?
    La ringrazio.
    Marta

    20 maggio 2016
  • Rispondi
    CATERINA

    GENT.DOTTORESSA HO UN BULLDOG INGLESE DI 17 MESI,MOLTO AFFETTUOSO E FINO A TRE GIORNI FA NN AVEVA COMPORTAMENTI STRANI.ADESSO NN FA ALTRO CHE LECCARSI IN CONTINUAZIONE IL NASO SI GIRA SU SE STESSO SEMBRA CHE ANNUSI QUALCOSA E SI MORDE COSTANTEMENTE LA ZA PETTA CHE HA UN PO DI DERMATITE.CREDO SIA UN PROBLEMA DI STRESS,OGGI HO MESSO SUL SUO TARTUFO 2 GOCCE DI RESCUE E DUE NELLA CIOTOLA DELL’ACQUA.CREDE CHE I DOSAGGI VANNO BENE O DEVO AUMENTARE.ADESSO E’ SOTTO IL MIO LETTO DOVE STA TRANQUILLO.MI AIUTI LA PREGO,HO FATTO TUTTE LE VISITE E I RELATIVI ESAMI E RISULTA PERFETTAMENTE SANO

    23 giugno 2016
  • Rispondi
    Piera

    Buonasera Dottoressa, ho un cane meticcio di circa 8 anni traumatizzato perchè abbandonato e maltrattato soltato a 3 mesi di vita. E’ una femminuccia e quando l’ho raccolta per strada era spaventatissima e ho impiegato circa due settimane perchè si potesse fidare di me e mio marito restando col musetto rivolto verso un angolo dello scatolo che avevamo preparato per lei. E’ molto dolce ma nonostante le coccole ha difficoltà a restare tranquilla con sonno agitato e paura quando esce per la passeggiata. In casa io e mio marito non ci siamo molto per via del lavoro che occupa quasi l’intera giornata. Quando rientriamo è una festa e piange. Inoltre non viviamo in Italia ma in Marocco e due volte all’anno rientriamo costringendola a salire sull’aereo in stiva. Una serie di circostanze che la rendono ansiosa. Vorrei vederla più serena. Ci sono periodi dell’anno, come questo, in cui tende a leccarsi le zampe bagnandole completamente. Inoltre per un periodo l’ho lasciata a mia madre ed è caduta dal terrazzo da circa 20 metri perchè salì sul cornicione. Questo le ha procurato la lussazione dell’anca che per fortuna è ritornata normale. Assume Zeel T in compresse periodicamente. Da quell’episodio due volte nell’arco di due anni ha avuto delle crisi epilettiche per le quali il veterinario ha ritenuto inopportuno somministrarle dei farmaci ed io sono della sua stessa opinione. Leggo da diverso tempo delle proprietà curative dei fiori di bach anche sugli animali ma non so nel suo caso come comportarmi e vorrei chiederle un consiglio. Sperando in una sua risposta, la ringrazio in anticipo e la saluto cordialmente.

    6 luglio 2016
      • Rispondi
        Piera

        Buonasera dottoressa, La ringrazio tantissimo per i consigli che seguirò scrupolosamente. Un caro saluto.
        Piera

        12 luglio 2016
  • Rispondi
    Valentina

    Buongiorno, ho una cagnolina di 1 anno meticcia di taglia media presa quando aveva circa 4 mesi ,l’ho portata a fare un corso di educazione base e ancora oggi svolgiamo corsi di socializzazione, infatti con gli altri cani è perfettamente integrata va d’accordo con tutti gioca quando è il momento e sa sottomettersi ai cani più anziani o dominanti quando è il caso, il problema invece nasce con le persone, è molto diffidente e in alcuni casi reagisce in modo aggressivo a seconda della persona che si ritrova di fronte, mi spiego se la persona la sovrasta fisicamente lei si spaventa e rimane immobile con la coda tra le gambe, ma al contrario con persone più paurose o meno decise lei reagisce in modo aggressivo abbaiando e saltando addosso
    pensa che possa esserci qualcosa che possa farla calmare da questo punto di vista? perchè portarla in posti molto frequentati sta diventando un grosso problema, in più si spaventa per qualsiasi rumore improvviso e si scrolla in continuazione in segno di ansia immagino
    Grazie

    25 luglio 2016
  • Rispondi
    Erika Rava

    Salve, io e il mio Weimaraner di 8 anni abbiamo cambiato casa.
    Prima vivevamo in una casa con giardino grande e Axel stava solo in giardino.
    Con noi vivevano anche i mei genitori e le mie sorelle, quindi vedeva sempre gente andare e venire.
    Ora siamo solo lui ed io e vorrei continuare a farlo stare in giardino (ce n’è tanto) e saltuariamente in casa (ma non a dormirci perché io sono allergica).
    Axel sembra complessivamente molto irrequieto, si rilassa solo se mi ha vicina e quando vado via da casa lasciandolo solo, ulula per tutto il tempo, finché non ritorno (per la “gioia” dei vicini).
    Ho provato a partire da oggi con le caramelle di Rescue Remedy, ma vorrei qualche consiglio in merito.
    Grazie.
    Erika & Axel

    21 agosto 2016
  • Rispondi
    Francesca

    Salve, ho un cane 13enne che da qualche settimana ha tipo degli attacchi di paura (solo in casa) che lo portano ad irrigidirsi tremare e ringhiare all’altro cane di casa (10mesi) senza questo lo stia considerando. Poi invece all’aperto addirittura cerca il cucciolo per giocarci. Come posso aiutarlo? Grazie mille

    6 febbraio 2017
      • Rispondi
        Francesca

        Grazie proverò subito! Il cucciolo è con noi da appena nato!

        6 febbraio 2017
  • Rispondi
    roberta

    Salve, il mio problema è la reazione dello yorkshire 12 enne al cucciolo di border collie di 4 mesi arrivato da qualche giorno. Da premettere che il “vecchio” cane è sempre stato affettuoso e calmissimo, soffre di sporadici attacchi di panico che passano velocemente se lo si tiene in braccio ma normalmente è un cane socievole e solare. All’arrivo del piccolo gli si è appiccicato seguendolo costantemente e quasi limitandogli i movimenti, sembra fin troppo apprensivo, nei giorni successivi ha reagito in modo giustamente aggressivo agli sconfinamenti del cucciolo sulle sue “proprietà” ma in generale sembrava riuscissero a convivere; da oggi pomeriggio l’ira la fa da padrona, come lo vede lo aggredisce anche se il piccolo si sottomette e scappa, lo mordicchia e gli ringhia tanto da farlo piangere. Al momento li teniamo sotto stretta osservazione cercando di salvare il piccolo. Ho dato a Coffee, il “vecchietto”, delle gocce di holly, ma naturalmente bisognerà far passare qualche giorno prima di capire se sono adeguate e sufficienti. Temo che il problema sia una gelosia sconfinata per le attenzioni di mio figlio, suo compagno di giochi da sempre. Chiedo scusa per essere stata così lunga, la ringrazio se potrà suggerirmi una soluzione.

    10 febbraio 2017
      • Rispondi
        roberta

        grazie infinite!

        13 febbraio 2017
  • Rispondi
    ROBERTA

    Salve.
    Non so se é questa la modalità giusta per contattarla. Avevo bisogno di un consiglio su quali fiori somministrare al mio AMSTAFF di 14 mesi. Sappiamo che il carattere, tipico di questa razza, é tosto infatti é molto attivo. E’ arrivato a casa nostra che aveva 2 m 1/2. Vive in casa con noi ed é libero di andare anche in giardino; dorme in taverna nel divano. L’abbiamo subito portato dal veterinario e da un esame feci di controllo é risultato affetto da coccidosi che abbiamo curato con successo. Da allora comunque il suo intestino é rimasto un po’ deboluccio, ma sempre sotto controllo. Oltre all’addestramento volevo associare dei fiori di bach dal momento che alcuni comportamenti non riusciamo a controllarli. E’ un cane affettuoso soprattutto con gli umani (meno con i cani maschi) però, specialmente quando suona il campanello di casa e arrivano degli estranei é un disastro: si agita, salta addosso alle persone perché vuole leccargli le orecchie e fargli le feste ed inoltre mette il muso nelle parti intime degli ospiti (a molti da fastidio).
    Quando lo portiamo in passeggiata é un teatrino ogni volta per mettergli il collare perché bisogna rincorrerlo per tutta la casa (si nasconde sotto il tavolo); all’inizio sembra sempre che non voglia uscire mentre dopo, quando siamo fuori, tira al guinzaglio come un matto ed é molto iper-agitato (se incontriamo qualche altro cane maschio bisogna avere forza per tenerlo). Da sempre, quando lo portiamo in passeggiata, sappiamo che fa sempre una scarica diarroica e la veterinaria ci ha confermato che si tratta proprio di agitazione. Inoltre, quando lo lasciamo raramente e per qualche ora da solo, combina disastri in casa. L’unica cosa bella é che abbaia pochissimo, quasi mai.
    Mi potrebbe consigliare una miscela di fiori che potrebbe andare bene per il mio cucciolotto ?
    Grazie.

    Roberta Ceroni.

    16 marzo 2017
  • Rispondi
    Roberta

    Simba è un meticcio simil pastore maremmano di 2 anni. Pesa 27 kg. I suoi primi 4 mesi di vita li ha vissuti da randagio a Altamura, catturato ha vissuto i successivi 4 mesi in canile sempre a Altamura. Arrivato a Milano a 8 mesi circa è stato da noi adottato. Simba è molto buono e giocherellone con altri animali e con noi. Ha però molta paura degli esseri umani estranei in specie dei bambini. Vorrei un consiglio sui fiori di Bach (ho pensato a Star of Bethlehem per traumi del passato e a seguire Mimulus X le paure) .
    Grazie.
    Roberta N.b. Ho già provato con fiori australiani con scarsi risultati.

    6 maggio 2017
  • Rispondi
    Chiara

    Ciao, mi sono imbattuta per caso in questo articolo cercando rimedi e soluzioni per il mio cucciolo.
    Ho un dalmata di quasi 5 mesi, da due, che ha paura di uscire. Tira, vuole tornare a casa, si pianta fuori al portone, mi fa cadere perché strattona all’improvviso poichè si spaventa delle persone che passano, non si lascia avvicinare da nessuno se non dai componenti della famiglia. Ha paura di qualsiasi rumore come macchine, auto, voci delle persone, abbai di altri cani, ruote delle valigie, biciclette e dei portici (noi abitiamo sotto ai portici). Anche se lo porto al parco passa la maggior parte del tempo al mio fianco. Gioca con altri cani solo se gli vanno a genio e non sono molto agitato. È anche stressante arrivarci, al parco, visto che per tutto il tragitto sta con la coda tra le gambe e se c’è una persona dietro o di fronte si blocca e non sa più cosa fare. Ho paura che prima o poi finisca investito da un’auto perché tende sempre a fuggire verso la strada.
    Da qualche giorno ha iniziato anche a sbavare e tremare.
    Credo che non riesca ad avere fiducia in se stesso ed ha paura di qualsiasi cosa lo circondi fuori casa.

    7 maggio 2017
      • Rispondi
        Chiara

        Grazie mille!
        Proverò a darglieli prima di uscire di casa

        10 maggio 2017
  • Rispondi
    paola

    Buonasera,
    il mio cane Corso Diana soffre di dermatite, lecca spesso le zampe che diventano rosse e la cute delle orecchie è rossa e inspessita. Abbiamo già fatto diversi cicli di cura ma poi il problema si ripresenta. Adesso sta prendendo degli antibiotici in pasticche + spray locale. I fiori di bach posso aiutare anche in questo caso ?
    grazie Paola

    10 maggio 2017
  • Rispondi
    Elisa

    Buonasera, ho uno dei miei cani che ha molta paura dei temporali, assai, vorrei sapere quali fiori sarebbero più indicati. Quando esco per lavoro rimangono nei trasportini, e per ben due volte, causa temporale, pur di uscire si è ferito alla zampa, trovando sangue e poi urinando sui mobili. Entra in forte stato di agitazione con tuoni,o botti. E se eventualmente potrebbe essere utile anche per l aggressività che riserva nei confronti di altri cani mentre passeggiamo.
    Grazie mille

    26 settembre 2017
  • Rispondi
    Annalisa

    Buongiorno.
    Ho una cagnolina di un anno e mezzo che non ama per niente stare a casa da sola. Dopo che, a 6-7 mesi, sembrava finalmente essersi adeguata agli orari di “solitudine”, per alcuni problemi di salute che ha avuto c’è stata una sorta di ricaduta, e ha ricominciato ad abbaiare e ululare non appena lasciata da sola. Le lamentele dei vicini non hanno fatto altro che peggiorare la situazione perché io, per il quieto vivere, ho preferito a quel punto evitare di lasciarla da sola, lavorando in casa o portandola con me. Chiaramente ora la cagnolina fa sempre più fatica a restare da sola. Abbaia e ulula non appena usciamo, e nonostante tutta la nostra buona volontà di evitare fastidi e disturbi in condominio, ad ogni sua minima abbaiata scattano lamentele e lettere, con la conseguenza che ormai sono io in primis poco serena quando devo uscire di casa (influenzando forse il cane stesso!). È un cane molto buono e tranquillo, chiaramente giocherellone ed esuberante vista la giovane età, ma in casa è sempre stata brava e silenziosa, manifestando soltanto questo unico problema. Purtroppo abitiamo in un appartamento molto rumoroso e a forza di stare qui dentro è diventata particolarmente suscettibile a ogni tipo di rumore: quando rimane da sola vediamo, tramite telecamera, che pur provando ogni tanto a mettersi sul divano, scatta in piedi non appena percepisce qualcosa, dopodiché ricomincia con l’ululato!
    Mi piacerebbe riabituarla lasciandola sola in maniera graduale, magari 1 o 2 ore al giorno per un periodo costante e continuo. Mi chiedevo se in questo processo potessero esserci d’aiuto i fiori di bach e di quale tipo.
    Grazie mille.

    10 novembre 2017
      • Rispondi
        Annalisa

        La ringrazio tantissimo per la sua risposta!
        Mi sono dimenticata di specificare nel commento precedente che la cagnolina è stata abbandonata a 2-3 mesi assieme ai fratellini. Noi l’abbiamo trovata in un rifugio. Pensavo che essendo stata in rifugio per poco e avendola quasi da subito portata a casa con noi, l’abbandono non potesse aver influenzato più di tanto il suo modo di essere, ma a questo punto mi chiedo se non sia proprio questo il trauma che le causa ancora oggi questo stato di agitazione quando rimane da sola. Proverò comunque a somministrarle quanto mi ha indicato, in attesa di trovare un veterinario che usi fiori di Bach qui nella nostra città.
        Grazie mille ancora, è stata gentilissima!

        10 novembre 2017
      • Rispondi
        Annalisa

        La ringrazio tantissimo per la sua risposta!
        Mi sono dimenticata di specificare nel commento precedente che la cagnolina è stata abbandonata a 2-3 mesi assieme ai fratellini. Noi l’abbiamo trovata in un rifugio. Pensavo che essendo stata in rifugio per poco e avendola quasi da subito portata a casa con noi, l’abbandono non potesse aver influenzato più di tanto il suo modo di essere, ma a questo punto mi chiedo se non sia proprio questo il trauma che le causa ancora oggi questo stato di agitazione quando rimane da sola. Proverò comunque a somministrarle quanto mi ha indicato, in attesa di trovare un veterinario che usi fiori di Bach qui nella nostra città.
        Grazie mille ancora, è stata gentilissima!

        10 novembre 2017
  • Rispondi
    Mattia

    Buonasera, vorrei un consiglio, ho un cane che ha paura di tutto, è un cucciolo di 6 mesi , è con noi da ormai due mesi, è terrorizzato da ogni rumore e da ogni persona all’infuori di me e di mia moglie. Se qualcuno viene in casa è un continuo abbaiare e nascondersi, se la persona prova ad avvicinarsi a lui piu del previsto capita spesso che dalla paura faccia la cacca… premettendo che ci siamo affidati anche ad un educatore, c’è qualcos’altro che ci puo aiutare?…
    Grazie in anticipo…

    28 novembre 2017
  • Rispondi
    Diego

    Salve, ho un cane 9 anni, un meticcio… pesa sui 10 chili. Negli ultimi anni il suo comportamento è peggiorato. Cioè quando noi siamo a casa, la maggior parte delle volte è normale. Quando usciamo o andiamo al lavoro, inizia dopo neanche un ora a cercare punti sulla recinzione per passare nella casa dei miei per andare dall’altro cane. Io avrei piacere che rimanesse a casa sua, da noi. Cosa mi consiglia di dargli? E come dosaggio? Spero in un suo consiglio. Grazie

    3 gennaio 2018
  • Rispondi
    Cristina

    Salve, ho un Labrador Retriever di 4 anni, femmina, Olimpia. Fin da quando l’abbiamo presa, cucciolata privata amorevole in casa, l’abbiamo esposta a rumori e persone, passeggiate e quant’altro : non aveva paura dei fuochi d’artificio dei rumori di casa(es. aspirapolvere, lavatrice, ecc).
    nell’Agosto 2017 siamo andati al mare la sera per vedere i fuochi (non l’avevamo mai portata, ma a casa si vedevano e sentivano i fuochi delle feste di paese e a volte i primi anni, proprio per non farle avere paura abbiamo anche sparato noi in lontananza dei fuochi facendola giocare nel mentre e premiandola), purtroppo abbiamo avuto la bella idea di sederci in spiaggia e non di vederli dal corso, i fuochi partivano dal mare più o meno dove stavamo noi; Olimpia ha cominciato a dimenarsi, non voleva stare, ma pensavamo che fosse solo una paura iniziale, dato che non aveva mai avuto paura dei fuochi.
    sta di fatto che domenica 3 settembre 2017 la mattina verso le 6:00 ha vomitato (è successo altre volte, abbiamo sempre pensato fosse per qualcosa che avesse mangiato mentre non c’eravamo) è uscita e ..la faccio breve…ha avuto una convulsione con relativa bava e pedalamento, quando siamo scesi e lei si è ripresa ha praticamente ringhiato verso di noi (immobili) è corsa verso il cancello ed è scappata (ce l’ha ritrovata lunedì a pranzo un ragazzo)….praticamente ci ha preso un colpo!!
    Ok..(scusami cerco di raccontare tutto quello che credo possa essere significativo)…passa il tempo…sabato 7 gennaio 2018 ora 4:00 altra convulsione…in casa (vista dall’inizio)..vomito, irrigidimento e tremore, caduta a terra, blocco momentaneo e poi pedalamento..io le tenevo la testa e le accarezzavo il corpo, ero alle sue spalle, come si calma (lo sento sotto le mani), forse rendendosi conto dia vere qualcuno sopra si rigira..io sobbalzo indietro e mi alzo andando contro il muro…mi guarda e digrigna i denti cercando una via di uscita, va verso la cameretta dove il mio ragazzo stava seduto sul letto immobile (stava cercando il numero del veterinario dal mio cellulare)..Olimpia cercando un rifugio entra in cameretta sempre ringhiando e guardando il mio ragazzo..sbatto contro lo stendino e prende ancora più paura e si infila sotto la scrivania…il mio ragazzo esce di corsa dalla cameretta e chiude la porta (eravamo impauriti e preoccupati)…aspettiamo 10 minuti circa…apriamo lentamente la porta, lei ci osserva (sembra normalmente)..le diciamo brava stai tranquilla, spegniamo la luce, chiudiamo la porta e decidiamo dopo un po di andare a dormire.
    La mattina tutto normale, come se nulla fosse successo, apriamo la porta e Olimpia è contentissima, cerca il cibo e così via.
    Abbiamo fatto le analisi approfondite del sangue..cimurro..ecc. e non c’è nulla;
    convulsione che probabilmente si ripeteranno.
    Tuttavia è diventata molto paurosa (anche prima lo era leggermente) oggi ci giocavo, è salita con le zampe sulle mie spalle (frontalmente) le ho toccato i fianchi tipo a grattarla e ha guaito…ma è stata paura, non dolore perché poi ho toccato di nuovo la coscia e non ha nulla e poi siamo state dal veterinario anche lunedì 15.
    Tutto questo per chiedere : c’è qualcosa che possa tranquillizzarla per la vita normale, per le crisi sappiamo che non si può fare molto.

    Grazie mille e scusate la lunghezza!

    17 gennaio 2018
      • Rispondi
        Cristina

        Grazie mille, speriamo bene!!

        17 gennaio 2018
      • Rispondi
        Cristina

        Ti ringrazio molto per tuo aiuto!!…Speriamo bene!!

        23 gennaio 2018
  • Rispondi
    Monica mangia

    Buongiorno vorrei un consiglio il mio pastore tedesco di 6 anni, da circa un anno e mezzo, entra in stress e fa diarrea se lo lascio solo a casa, se quando andiamo a passeggio in incontriamo qualcuno che forse a lui non piace, o quando in casa entrano alcune persone. Primo come faccio a capire perché alcune persone gli provocano queste reazioni? Poi come faccio ad aiutarlo?

    19 giugno 2018
    • Rispondi
      B. C.

      Cara Monica,
      La situazione è piuttosto conplicata e meriterebbe di essere approfondita con un esperto di comportamento animale.
      Anche per la scelta dei rimedi floreali sarebbe opportuno capire perché si comporta così: paura, panico, intolleranza, etc. Ad ogni emozione corrisponde un differente rimedio.
      In assenza di maggiori informazioni ti posso consigliare dunque dei rimedi composti ad ampio spettro e che includono diverse emozioni della line Universe Pets degli Australian Bush Flowers.
      Quello che mi sembra più indicato è Diffidence and timidity se prevale la diffidenza, la paura e l’ansia. Contiene anche un rimedio per l’aggressività dovuta a paura
      Emergency Pets è il rimedio di emergenza utile per quando sta a case perchè copre anche la sensazione dell’abbandono.
      La posologia standard é 7 gocce 2 volte al di anche per via esterna e al bisogno.
      Cari saluti
      BC

      19 giugno 2018
  • Rispondi
    Patrizia

    Salve….ho una bassotta paraplegica che non sopporta viaggiare in auto, non vomita nè si agita ma si lamenta in continuazione!
    La settimana prossima partirò per le vacanze… il viaggio non sarà lunghissimo ma vorrei che lo affrontasse con tranquillità…
    Possiamo aiutarla? Che cosa mi consiglia e in quali dosi.
    Grazie.
    Patty

    5 luglio 2018
    • Rispondi
      B. C.

      Buongiorno Patrizia, mi spiace leggo ora la sua richiesta!
      Partirei da subito con Travel Pets dei fiori australiani oppure anche Travel sempre degli australian bush flowers.
      7 gocce 2 volte al dì e al bisogno
      cari saluti e buone vacanze!
      BC

      11 luglio 2018
  • Rispondi
    MAURO

    Salve, mi chiamo Mauro. La nostra cagnolina, una Jack Russel di due anni, ha un comportamento alquanto strano quando vengono a trovarci i miei nipoti, bambini di 2-4 anni.
    La cagnolina infatti comincia ad avere una reazione gelosa (?) che manifesta cominciando a leccare le pareti, le porte, aumentando incredibilmente la salivazione (gronda saliva, schiuma) e aumentando la respirazione, ansimando, come vittima di un attacco di panico. Non riesce decisamente a controllare l’emozione. Ovviamente non si dimentica di saltare addosso ai bambini, leccarli ovunque (ripeto, con una quantità di saliva abnorme). Questa reazione dura circa dieci minuti, poi si calma. Ma può ricaderci se, per esempio, i bambini rimangono con me e la cagnolina diverse ore.
    La situazione non è facile perche il cane perde completamente il controllo, quindi è una situazione scomoda e allo stesso tempo drammatica, vedendo la sofferenza del nostro amico a 4zampe. Vorrei trovare una soluzione, poiché, davvero all’orizzonte si presentano anche alternative di purtroppo di affidare la cagnolina a qualche famiglia che possa o sappia gestire questo comportamento. Ringrazio di cuore chiunque possa darci un sostegno.
    Il jack Russel è un cane vivace, lo sappiamo, ma questi comportamenti vanno ben oltre: spesso il cane, che come detto viene colto da attacchi di iperattività ansiogena (è drammatico vederlo respirare in una maniera rumorosa, veloce) lo dobbiamo chiudere in un corridoio, in una stanza, per poter “vivere” noialtri e gestire le visite di amici e parenti senza che la cagnolina sia invadente.
    Grazie

    15 luglio 2018

Scrivi un commento


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla newsletter

 

Ogni mese consigli, strategie e risorse gratuite per migliorare la tua vita in modo naturale!
Potrai cancellarti dalla lista in qualsiasi momento. 

Grazie per l'iscrizione!