Beatrice Castelli effettua il proprio servizio di consulenza su appuntamento online oppure e in studi. Clicca qui per maggiori informazioni.

Contatti

 + 39 3478138642
info@curarsiconifiori.it

Seguimi

Autostima come migliorarla con i Fiori di Bach e Californiani

Autostima come migliorarla con i Fiori di Bach e Californiani

Chi conosce, anche in maniera non approfondita, i fiori di Bach, sa che per migliorare l’autostima è indicato il rimedio Larch.

Questa affermazione è solo parzialmente vera perchè il rimedio agisce specificatamente sul senso di incapacità e sulla mancanza di fiducia nelle proprie risorse.

La persona che necessità di questo rimedio ha una grande paura del fallimento e rinuncia di agire, piuttosto che rischiare di sbagliare.

Larch lavora nel piano dell’azione e consente alla persona di dire: “Posso farlo e lo faccio!

L’autostima in realtà è un concetto complesso che comprende l’insieme dei giudizi valutativi che il soggetto da del concetto di Sè.

E’ influenzata da elementi cognitivi e sociali, ma soprattutto affettivi. Infatti, si costruisce soprattutto nell’ambito delle relazioni interpersonali e le sue radici risalgono al legame di attaccamento con la propria madre.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Larch dunque risolve solo parzialmente le problematiche legate alla mancanza di autostima.

Nel repertorio dei fiori californiani esistono altri rimedi  che trattano il problema in modo più completo e ne considerano anche gli aspetti affettivi, relazionali e sociali.

Sicuramente il rimedio floreale più indicato è Buttercup. Tra l’altro, questo fiore giallo non è altro che il ranuncolo ed è molto diffuso anche da noi.

Buttercup si usa in tutti i casi di scarsa stima di sè, di incapacità di riconoscere o di vivere la propria luce interiore e la propria unicità.

P. Kaminsky aggiunge anche: “Questo rimedio è molto efficace per i bambini per coloro che soffrono di un handicap fisico o di una menomazione e per molte fasi e situazioni del ciclo vitale che richiedono riserbo e semplicità interiori. L’essenza floreale Buttercup aiuta l’individuo a concretizzare e a sostenere la propria luce interiore, che diventa fonte di guarigione e di pace per tutti colori che la usano.”

Buttercup a differenza di Larch si esprime dunque a livello interiore. Permette alla persone di riconoscere e rispettare ciò che si è piuttosto che giudicarsi in base a delle convenzioni sociali.

Secondo C. Stern, i due fiori costituiscono una polarità femminile-maschile, yin e yang, legame materno e legame paterno.

Columbine fa parte delle nuove essenze californiane Range of Light, raccolte nella regione della Sierra Nevada. Il rimedio è indicato in tutte quelle situazioni in cui la propria autostima è bassa perchè ci si sente diversi dagli altri: potrebbe essere per il colore della propria pelle o per qualunque altro motivo fisico, sociale o psicologico, reale o immaginario. Columbine consente di esprimere la propria individualità e creatività in modo unico e radioso. E’ utile anche durante la crisi di mezz’età che richiede una ristrutturazione delle forze dell’anima e delle espressioni vitali.

Echinacea invece è un rimedio molto potente da utilizzare in tutti i casi in cui si è subito un grave trauma o un maltrattamento che ha minato l’integrità del proprio Io. E’ un rimedio essenziale anche nel caso di malattie psichiche e fisiche. P. Kaminsky afferma che: “Permette di recuperare la vera identità dell’Io e la dignità essenziale dell’individuo, in rapporto con la Terra ed il genere umano.”

Grazie per condividere questo articolo se ti è piaciuto e se pensi che possa essere di aiuto a qualcuno!

Se vuoi rimanere aggiornato sui prossimi articoli, iscriviti QUI!

 

Scrivi un commento


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla newsletter

 

Ogni mese consigli, strategie e risorse gratuite per migliorare la tua vita in modo naturale!
Potrai cancellarti dalla lista in qualsiasi momento. 

Trattamento dati

Grazie per l'iscrizione!