Rimedi floreali per studiare e per la concentrazione

I rimedi floreali sono molto utili per rafforzare le capacità di apprendimento, per concentrarsi maggiormente nello studio, per affrontare con lucidità interrogazioni, esami e per parlare con sicurezza in pubblico.

Sia i sistemi di Bach che californiani che australiani contengono dei rimedi indicati per questo tipo di problematiche.

Rimedi di Bach

Chestnut Bud: è il fiore di chi ripete sempre gli stessi errori e non impara dall’esperienza. In questo senso viene utilizzato per stimolare le capacità di apprendimento ed ottimizzare le funzioni mentali. E’ utile per ricordare meglio quello che si è studiato.

Scleranthus: migliora le capacità di comunicazione tra i due emisferi cerebrali. Indispensabile nelle difficoltà di lettura, scrittura e linguaggio.

Clematis: è il fiore per le persone che hanno la testa tra le nuvole. Per chi è distratto, sempre assorto nei suoi pensieri. E’ utile per le difficoltà di attenzione e concentrazione ed ha anche un effetto interessante sui disturbi visivi.

Hornbeam: combatte la pigrizia e l’inerzia mentale. Per i bambini e gli adulti che procrastinano sempre il momento in cui iniziare a studiare.

Rimedi californiani

Madia: per chi tende a fare troppe cose ed è dispersivo. Manca di senso pratico e fa fatica ad organizzarsi. Migliora la concentrazione. Preso troppo frequentemente può causare insonnia, nei bambini è meglio non assumerlo dopo le 14.

Shasta Daisy: per chi ha capacità di analisi, ma manca di sintesi. Per cogliere la visione d’insieme e sviluppare le capacità logiche.

Peppermint: per chi si sente mentalmente stanco. Dona chiarezza e freschezza mentale.

Rimedi australiani

Bush Fuchsia: ha proprietà stimolanti della mente e riarmonizza i due emisferi cerebrali. Aiuta nell’espressione verbale e nella comunicazione. Valido supporto anche in caso di dislessia e balbuzie.

Isopogon: ha un’azione specifica sulla memoria a lungo termine e aiuta a recuperare i ricordi lontani.

Jacaranda: per chi è distratto e incostante e salta da un progetto all’altro.

Paw Paw: facilita l’apprendimento, la rielaborazione ed integrazione di nuove idee e informazioni.

Formule

Esistono in commercio delle formule di essenze combinate per aiutare la concentrazione. Possono essere utili per chi ha difficoltà a scegliere e/o a reperire le singole essenze.

Concentration: miscela di fiori australiani. Oltre alle essenze già citate, contiene anche Sundew che aiuta a ritrovare la vivacità d’interesse per il mondo esterno e l’abilità di porre attenzione anche ai dettagli.

Mind-full: miscela di fiori californiani. Contiene Cosmos, Lemon, Madia, Morning Glory, Nasturtium, Peppermint, Rabbitbrush, Shasta Daisy (Chrysanthemum maxiumum).

Formula per esami: non si trova in commercio, ma è una miscela di fiori di Bach utile per affrontare con tranquillità una prova d’esame (scolastica, lavorativa, la patente etc.) . Rescue Remedy (emergenza), Walnut (adattamento alla situazione), Sweet Chestnut (angoscia), Elm (sovraccarico emotivo), Scleranthus (integrazione mente), Rock rose (panico). Da prendere 4 gocce 3 giorni prima dell’esame, ogni due ore.

Per la preparazione dei rimedi fare riferimento a questo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *